top of page

Il Colesterolo: tutto quello che c'è da sapere. Parte 1: Cosa è il colesterolo?


Cosa è il colesterolo?


Il colesterolo è una molecola naturalmente e fisiologicamente presente all’interno del nostro organismo, ed è un costituente essenziale delle membrane cellulari ed è anche precursore per la sintesi di tutti gli ormoni steroidei.

Tuttavia, quando è presente in quantità eccessiva costituisce uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare, in quanto tende a depositarsi sulle pareti delle arterie, provocando la formazione placche aterosclerotiche, le quali possono ridurre il calibro di importanti arterie e, in caso di rottura, causare infarto o ictus cerebrale.


Il contenuto di colesterolo dell'organismo umano è di circa 150 g. L'uomo produce per biosintesi autonoma la maggior parte del colesterolo necessario, solo una piccola parte, in media 0,1÷0,5 g viene assunta giornalmente con l'alimentazione. Il sistema di produzione/assunzione è governato da meccanismi autoregolatori, in modo tale che, in condizioni di equilibrio, la quantità di colesterolo sintetizzata più quella assorbita dagli alimenti corrisponda al colesterolo eliminato con la bile. In altre parole, la maggior parte del colesterolo è prodotto dall’organismo stesso (principalmente dal fegato) e non assunta tramite la dieta. Questo aspetto avrà imporatanti considerazioni quando affronteremo l’aspetto terapeutico.


Quanti tipi di colesterolo esistono?


Per colesterolemia, essenzialmente si intende la quantità di colesterolo totale che circola nel sangue legato a differenti lipoproteine plasmatiche che lo trasportano nel torrente ematico . Si distinguono tre tipi principali di lipoproteine (e dunque di colesterolo):

  • il colesterolo LDL (veicolato lipoproteine a bassa intensità): altresì comunemente detto “colesterolo cattivò” che, viene trasportato dal fegato ai tessuti, quindi anche ai vasi sanguinei e responsabile della formazione delle placche ateromasiche

  • il colesterolo HDL (lipoproteine ad alta densità): altresì comunemente detto colesterolo “buono” che, invece è quello che rimosso dai tessuti periferici, ritorna al fegato

  • il Colesterolo non-HDL che comprende il colesterolo IDL, VLDL e LDL, di minore importanza cinica

Il colesterolo totale è rappresentato dalla somma tra colesterolo LDL + HDL + le componenti IDL e VLDL.

colesterolo LDL e HDL

Quale è il tipo di colesterolo più importante? Come si calcola?


Dal punto di vista clinico il colesterolo più importante per il rischio cardiovascolare è il Colesterolo LDL. Esso può essere anche calcolato a partire dal colesterolo totale, da quello HDL e dai trigliceridi con la cosiddetta Formula di Friedewald :


Colesterolo LDL = colesterolo totale - colesterolo HDL - (trigliceridemia/5)


Esistono dei calcolatori online che in pochi click vi permetteranno di capire quale sia il vostro valore di Colesterolo LDL, ad esempio al sito:




Nei prossimi post vedremo approfondiremo:

-Quali sono i valori “giusti” di colesterolo

-Quali sono le metodiche non farmacologiche per abbassare i colesterolo

-Come si abbassano i valori di colesterolo tramite terapia farmacologica




22 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page