top of page

Palpitazioni e "batticuore": quali sono le cause?

Aggiornamento: 10 ott 2022

Per “palpitazioni” o "batticuore" o "cardiopalmo" si intende una aumentata percezione del battito cardiaco che risulta solitamente essere accelerato e/o irregolare.

Sono una sintomatologia molto frequente così come è molto varia l’eziologia, vale a dire la causa che le provoca. Tendenzialmente esse possono essere dovute a:

  • Extrasistolia sopraventricolare o ventricolare. Le extrasistoli sono anche dette “battiti ectopici sopraventricolari o ventricolari”, vale a dire battiti cardiaci dovuti ad “eccitazione” temporalmente precoce di alcune aree del cuore normalmente non deputate a scandire il ritmo cardiaco

  • Fibrillazione atriale, tachicardia atriale o flutter atriale

  • Tachicardie sopraventricolari da rientro (TPSV)

  • Tachicardia ventricolare



Il compito del Cardiologo è quello di “etichettare” l’aritmia che causa le palpitazioni, attraverso un elettrocardiogramma (ECG), particolarmente utile se l’aritmia è in atto al momento dell’esecuzione dell’esame, oppure tramite l’Holter ECG o l’impianto di un Loop Recorder (ILR). Una volta capita l’aritmia alla base della sintomatologia percepita dal paziente, sarà poi possibile intraprendere correzioni dello stile di vita che possano ridurre l’entità della sintomatologia oppure iniziare il trattamento farmacologico o interventistico più opportuno.




Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page